TERRITORIO E QUALITA' DELL' ACQUA

Senese

LEGGERE UNA BOLLETTA

Prima pagina della bolletta:

Bolletta - Pagina 11. Nei riquadri in alto a destra sono indicati i recapiti del Gestore: Numero Verde a cui rivolgersi per chiedere informazioni o segnalare guasti; orari di apertura al pubblico e indirizzo dello sportello fisico e on line; e-mail e numero di fax per qualsiasi comunicazione.

2. In alto a sinistra sono indicati i seguenti dati:

a)    Codice cliente: è il codice identificativo del cliente, che deve essere fornito al personale del Gestore qualora siano inoltrate delle richieste.

b)   Codice servizio: è il codice identificativo del contratto di fornitura idrica.

c)    Numero fattura: è composto da sezionale bolletta, anno fiscale di emissione e numero progressivo del documento.

d)   Data di emissione della fattura

e)   Periodo di fatturazione: indica il bimestre di emissione della fattura

f)     Tipologia di fatturazione: indica se la bolletta è in acconto o in conguaglio.

3. Sotto la dicitura “Fattura”, sono specificati i seguenti dati:

a)    intestatario del contratto di fornitura e suo indirizzo

b)   nominativo/ragione sociale ed indirizzo al quale viene recapitata la fattura (può essere diverso da quello dell’intestatario del contratto)

c)    ubicazione della fornitura (generalmente corrispondente al luogo dove è collocato il contatore)

4. “Consumo”: indica il numero dei metri cubi addebitati in bolletta

5. “Importo”: precisa l’importo complessivo della bolletta

6. “Scadenza”: specifica la data entro la quale la bolletta deve essere pagata

7. Nel Box “Letture e consumi” sono previsti:

a)      i dati relativi al misuratore installato presso il cliente (“numero di matricola” e “tipologia”)

b)      le date  delle letture del misuratore e i consumi rilevati in base ai quali è stata calcolata la bolletta. In particolare, nella voce “Data e lettura precedente” è riportata la lettura precedentemente rilevata (già fatturata o di inizio utenza); la voce “Data e lettura attuale” indica invece la lettura in base alla quale è stata calcolata l’attuale bolletta di conguaglio o di acconto. Il consumo è dato dalla differenza tra la lettura (attuale o presunta) e la lettura precedente (reale o presunta). In caso di fattura in acconto (lettura presunta) il consumo viene calcolato sulla media dei consumi storici della fornitura rapportata ai giorni di riferimento fatturati;

c)       i “giorni intercorsi”: sono i giorni trascorsi tra una lettura e l’altra;

d)      il “consumo annuo”: è il consumo relativo all’anno in corso;

e)      i “consumi stimati prec. fatt.”: è il consumo stimato nelle precedenti fatture in acconto; il relativo corrispettivo fatturato verrà portato in detrazione a saldo nella prima bolletta di conguaglio utile.

 

8. Nello spazio sottostante è indicata la data di scadenza della bolletta e se la bolletta è oggetto di domiciliazione presso un istituto di credito (SEPA CORE) o deve essere pagata con bollettino allegato.

9. Nel riquadro “Situazione pagamenti” è riportata la situazione dei pagamenti inerenti la fornitura, con eventuale indicazione delle fatture non ancora quietanzate.

10. La sezione “Autolettura” indica le modalità di comunicazione dell’autolettura ed i giorni entro cui fornirla.

11. Il “Grafico illustrativo” illustra l’andamento dei consumi giornalieri degli ultimi due anni.

12. Nel riquadro “riepilogo importi” sono indicate le singole voci di costo che compongono la bolletta:

a)    “Quota fissa”: la quota fissa è annuale ed è da pagare anche in mancanza di consumo. Essa è parametrizzata in base al numero dei servizi erogati.

b)   “Acquedotto”: imponibile addebitato in bolletta per il consumo di acqua fatturato

c)    “Fognatura”: imponibile addebitato in bolletta per il servizio di fognatura, calcolato in base ai metri cubi di consumo dell’acqua fatturato.

d)   “Depurazione”: imponibile addebito in bolletta per il servizio di depurazione, calcolato in base ai metri cubi di consumo d’acqua fatturato.

e)   “Oneri perequazione”: contributo per le zone colpite da eventi sismici istituito dall'AEEGSI (già AEEG) con Delibera 16/01/13 n° 6.

f)     “Acconti bollette precedenti”: vi sono accreditati gli importi precedentemente fatturati a titolo di acconto.

g)    “Addebiti/accrediti”: spazio riservato all’addebito/accredito di partite varie, quali ad esempio deposito cauzionale, partite pregresse, spese contrattuali, interessi e penali di mora e sollecito.

h)    “IVA”: imposta sul valore aggiunto, pari al 10% calcolato sul totale imponibile della bolletta.

13. Il riquadro “Dati fornitura” contiene il riepilogo dei dati contrattuali: codice cliente, codice contratto, tipo uso, tipologia tariffaria, minimo impegnato, impianto di depurazione, unità servite, unità domestiche, allacciamento fognatura, deposito cauzionale.

14. Spazio riservato alle comunicazioni con la clientela.

 

Nelle pagine successive è presente:

Bolletta - Pagina 215. “Dettaglio periodo a conguaglio” o “Dettaglio periodo in acconto”, a seconda che la bolletta sia di conguaglio o di acconto, il quale contiene il dettaglio delle voci di costo della bolletta:

a)    “Quota fissa”: dettaglio della quota fissa calcolato sulla base della categoria d’uso, dei giorni fatturati e del numero di concessioni servite dallo stesso contatore.

b)   “Acquedotto”, “Fognatura”, e “Depurazione”: dettaglio delle quote di acquedotto, fognatura e depurazione, determinate sulla base della categoria d’uso, dei consumi e ai giorni fatturati. In caso di mancato allacciamento alla rete fognaria pubblica non viene conteggiata, né la quota di fognatura, né quella di depurazione, con esenzione dal pagamento delle stesse.

Nella parte sottostante a ciascuna voce, è precisato il totale delle quote di acquedotto, fognatura, e depurazione.

c)       “Oneri perequazione”: contributo per le zone colpite da eventi sismici istituito dall'AEEGSI (già AEEG) con Delibera 16/01/13 n° 6.

d)      “Addebiti/accrediti diversi”: dettaglio delle voci riportate nella prima pagina nello spazio RIEPILOGO IMPORTI. Tali voci non sono necessariamente presenti in ogni fattura. A titolo di esempio ricordiamo: deposito cauzionale, calcolo delle partite pregresse, spese di contratto, interessi di mora e sollecito.

e)      Voci riguardanti la restituzione degli importi fatturati in acconto nelle bollette precedentemente emesse.

f)       “Totale imponibile”: è la somma di tutte le voci sopra elencate.

g)      “Riepilogo I.V.A.”: sezione riepilogativa degli importi assoggettati ad IVA e di quelli esenti, dell’aliquota applicata e del totale dell’imposta.

 

Nell’ ultima parte della bolletta sono indicati i riferimenti normativi in base ai quali sono determinate le somme sopra indicate:

Bolletta - Pagina 316. “Riferimenti Aliquote IVA”: tabella riepilogativa delle aliquote IVA applicabili in base alla normativa vigente.

17. “Tariffe”: spazio riservato ai riferimenti normativi in base ai quali viene determinata la tariffa del servizio idrico integrato applicata in bolletta.

18. “Privacy”: spazio riservato alla normativa sulla privacy.